Cooper Tires Dakar

CINQUE MINUTI CON XAVI FOJ

Xavier Foj, testimonial di Cooper Tire Europe per la gamma 4x4, è uno dei concorrenti della Rally Dakar 2016. Si tratta della sua 26a presenza in questa gara di resistenza di fama mondiale.
Ad accompagnarlo nel percorso è un eccellente compagno di viaggio: l'entusiasmo. La sfida di Dakar è iniziata il 2 gennaio a Buenos Aires, in Argentina. L'anello di 9.000 chilometri percorso dai partecipanti attraversa la Bolivia prima di rientrare in Argentina e chiudersi nella città di Rosario il 16 gennaio.
Con le sue 13 tappe in 15 giorni e un solo giorno di riposo, la Rally Dakar è in assoluto la prova più estrema nell'ambito degli sport motoristici. Il nostro Foj Motorsport è iscritto alla categoria T2, in cui gareggiano i veicoli fuoristrada di serie. Si tratta in effetti della categoria di elezione per Foj, che ha conquistato la vittoria nella classe T2 sia nel 2012 che nel 2013.
Nella Dakar di quest'anno, a bordo di una Toyota Land Cruiser 150 dotata dei nuovissimi pneumatici Discoverer STT Pro di Cooper Tire, Foj è sicuro di poter ottenere un nuovo successo.
Abbiamo fatto due chiacchiere con lui prima della Dakar...

Quando è stata la prima volta che hai pensato di partecipare alla Dakar?
"Ero a Barcellona. All'epoca andavo in moto. Compravamo tutte le settimane la rivista Solo Moto ed è lì che lessi del primo spagnolo che aveva gareggiato alla Dakar in motocicletta. Ne rimasi intrigato, affascinato."
"La mia prima partecipazione risale al 1991, anno in cui per gareggiare trasformammo un autocarro che usavamo nelle miniere (settore in cui lavoravo) in un autocarro da corsa per la Dakar."
Cosa pensi del nuovo percorso della Dakar 2016?
"Inizialmente, erano previsti Perù, Bolivia e Argentina per il 2016, ma alla fine si è optato per la tratta Argentina, Bolivia, Argentina."
"Mi piacciono le dune peruviane. Sono molto impegnative. In più, le conosco piuttosto bene. Ho vinto già due Rally Dakar in Perù."
Qual è l'avventura legata alla Dakar che ricordi con più piacere?
"La prima volta non si scorda mai, come per molte delle esperienze vissute. Però, dal punto di vista sportivo, anche l'anno della nostra prima vittoria nella categoria T2 è stato bellissimo."
"Ricordo bene anche la seconda vittoria in quella classe. Fu incredibile; perfino il presidente della Toyota, arrivato in Argentina dal Giappone per vedere il suo team, venne a congratularsi con me."
"Dobbiamo entrambe le vittorie ottenute nella categoria T2 agli pneumatici Cooper Discoverer S/T Maxx."
Quanto sono importanti gli pneumatici che vengono usati nella Dakar?
"Gli pneumatici sono sempre molto importanti, soprattutto in questa competizione. Devono resistere all'impatto contro le rocce, tollerare al meglio le diverse condizioni e sopportare le diverse pressioni esercitate dall'alta velocità."
"Gli pneumatici Cooper resistono bene sulle superfici rocciose, anche a basse temperature. La carcassa dei Cooper Discoverer S/T Maxx, basata sulla tecnologia di costruzione a tre strati Armor-Tek3, leader nel settore, rappresenta un asso nella manica nel deserto."
"In otto anni di partecipazione alla Dakar con pneumatici Cooper, non abbiamo mai avuto una gomma a terra."
Con quella del 2016, sono 26 le volte in cui hai partecipato alla Dakar. Punti a raggiungere 30 edizioni consecutive?
"Ho già battuto un record che mi stava più a cuore: sono salito sul podio della Rally Dakar nelle classi T2 e T3 per 11 volte consecutive, di cui le ultime 8 gareggiando con pneumatici Cooper."
"Non so quante Rally Dakar potrò ancora correre, ma in questo momento mi sento fisicamente più in forma di dieci anni fa. Finché potrò gareggiare, lo farò. È una corsa dove la competizione è molto sentita, ed è quello che mi ci vuole. Adoro la Dakar!"
Segui i successi di Xavi in Bolivia e in Argentina su Facebook e Twitter di Cooper Tire Europe. Per maggiori informazioni sulla Dakar, visita il sito www.dakar.com.